SU VICLA.EU UNO SPAZIO DEDICATO ALLE CASE HISTORY.

ECCO LA NUOVA SEZIONE VICLA® CON LE OPINIONI E I CONSIGLI DI CHI HA SCELTO LE NOSTRE PRESSE PIEGATRICI.

La soddisfazione dei clienti è primo motivo di orgoglio: ecco la sezione dedicata alle Case History VICLA®. Le macchine che tutti i giorni produciamo sono per noi oggetti preziosi. Così preziosi che tutte le volte che ci lasciano ne sentiamo quasi la mancanza. È nata così una nuova sezione nel sito vicla.eu dedicata alle Case History dei clienti VICLA® che ci hanno appena scelto. Con opinioni utili per valutare il loro grado di soddisfazione al fine di continuare a migliorarci. E, naturalmente, per sentirci un po’ più vicini alle nostre macchine che, come figli, si allontanano da casa per realizzarsi altrove. Vi aspettiamo su vicla.eu

Quanto costa un fermo macchina?

Posted by VICLA on 18 feb 2019

 Lo scenario è quello tipico del mercato di oggi: mole di lavoro gigantesca, pezzi diversi l’uno dall'altro, livello di qualità richiesto elevatissimo e consegne stringenti.

Sembra andare tutto liscio.

La macchina comprata a un prezzo da urlo si sta rivelando un vero affare: piega tutto e non dà segni di cedimento.

L'operatore finalmente si è adattato alla nuova pressa piegatrice e le sue mani corrono veloci come il vento sui tasti del controllo numerico.

Ad un tratto succede l'imprevisto: il piegatore schiaccia il pedale, la pressa emette un suono insolito, quasi stesse soffrendo.

La traversa scende dapprima allineata, poi si abbassa di lato.

Allo stesso tempo un rigagnolo giallastro scende dal carter di uno dei due cilindri.

Ormai è tutto chiaro: la pressa piegatrice è guasta.

Nel preciso momento in cui accade il danno parte la conta dei costi.

Gli sprechi di denaro sono difficilmente quantificabili, solo dopo un'attenta analisi è possibile disporre di una stima verosimile della loro entità.

C'è da dire che, purtroppo, rilevare dati costa tempo e fatica.

Però, se non ci affidiamo a dei numeri precisi e attendibili non avremo un'indicazione su quali siano le scelte davvero convenienti per la nostra impresa.

Ecco perché è molto importante catalogare i costi di un fermo macchina.

Alcuni sono immateriali e di difficile stima, ma la maggior parte è assolutamente rilevabile in breve tempo rispondendo ad alcune semplici domande:

 

1) Quanto costa il tuo addetto alla pressa piegatrice?

Un piegatore è solitamente un operaio specializzato, quindi non è colui che ha lo stipendio più basso in quanto crea un certo tipo di valore aggiunto.

Dal momento che tale componente viene a mancare, il costo per l'azienda inizia subito ad avere un certo peso.

È vero che può dedicarsi ad altre mansioni temporaneamente, ma il reparto piegatura a causa del fermo macchina sicuramente viaggerà a velocità ridotta.

 

2) Quanto costa l'assistenza?

Dipende se è stato stipulato un accordo con il costruttore.

Spesso se la macchina non è nuova ci si rivolge al service della casa madre o a tecnici freelance.

In ogni caso c'è un costo orario da sostenere che cresce, ovviamente, in relazione alla durata dell'intervento di riparazione.

 

3) Quanto costano i ricambi della nostra pressa piegatrice?

E aggiungiamo, quanto è facile reperirli?

Il loro costo balza subito all'occhio, ma la difficoltà nell'averli subito a disposizione allunga il tempo di fermo macchina, aumentando il costo del primo punto e di tutti gli altri che vedremo dopo.

 

Tra i costi che non sono quantificabili rapidamente, ma che possono avere pesanti risvolti ci sono quelli che potremmo definire "rischi", tra cui:

 

1) Stress dei reparti contigui.

In altri termini significa che il lavoro che non fa la pressa piegatrice guasta deve essere smaltito dalla o dalle altre macchine presenti in azienda.

Spesso ciò porta a una accelerazione dei processi che possono aumentare i rischi di errore.

Oppure, la necessità di aumentare le ore dei collaboratori o l'aggiungere un turno per tutto il tempo del fermo macchina.

Tutto questo ha una ovvia ricaduta sul costo totale del guasto.

 

2) Esternalizzazione delle lavorazioni.

Rivolgersi a una officina che fa la nostra stessa attività potrebbe essere una soluzione per risolvere momentaneamente il problema del blocco delle consegne.

Ovviamente il costo del lavoro sarà diverso e si somma a tutti gli altri costi determinati dal fermo macchina.

 

3) Ritardi nelle consegne.

Si tratta del rischio peggiore che un terzista possa affrontare, assieme alla non conformità dei pezzi lavorati.

Purtroppo, i risultati di questo disservizio possono essere diversi e dipendono da tipo di rapporto con i propri clienti.

Con alcuni un ritardo nelle consegne può tradursi in una penale, che va ad intaccare in parte o totalmente il guadagno.

Con altri può determinare la fine di un rapporto, specie quando esso è appena iniziato.

 

Quindi, è sempre bene chiedersi "quanto costa un fermo macchina?" in ogni momento della scelta del fornitore e della pressa da acquistare.

È necessario gettare uno sguardo oltre le apparenze per vedere al di là del prezzo!

Come scegliere la pressa piegatrice

 

 

 

Topics: Pressa piegatrice