presse_piegatrici_mani_vicla

Magazine

Il sistema ibrido Vicla: più pezzi, più velocemente, più green

Il sistema ibrido Vicla più pezzi, più velocemente, più green

Il mercato estremamente competitivo dei nostri giorni porta le aziende a percorrere la strada dell’aumento di efficienza unita alla riduzione degli sprechi.

È davvero possibile ottenere entrambi?

Sì, senza dubbio; se si gioca la carta dell'innovazione tecnologica.

Nel settore delle presse piegatrici esiste oggi un sistema estremamente interessante per produrre più pezzi, più velocemente e con un occhio di riguardo all'ambiente: si tratta del sistema ibrido Vicla.

Rappresenta l'avanguardia e la naturale evoluzione delle presse idrauliche sincronizzate che, grazie alla tecnologia ibrida, raggiungono livelli prestazionali impensabili fino a poco tempo fa.

Sarà utile spiegare perché parliamo di tecnologia "ibrida": innanzitutto perché unisce il meglio dell'idraulica e dell'elettrotecnica, gestite da un'elettronica sopraffina.

Vediamone i vantaggi.

 

Produrre più pezzi                            

 

Grazie alla presenza di due potenti motori brushless si ottiene una gestione fluida ed estremamente precisa del movimento della traversa.  Gli utensili superiori deformano i pezzi con estrema precisione e ripetibilità, gli spostamenti raggiungono precisioni millesimali per una esperienza di piegatura completamente nuova.  Quante volte, se le pieghe dei pezzi non sono costanti nei gradi, si punta il dito esclusivamente al materiale? Ebbene, con il sistema ibrido Vicla emergono tutti i limiti delle macchine che abbiamo sempre usato. Avere finalmente a disposizione un punto morto inferiore calibrato al millesimo rende tutto molto più semplice ed è proprio così che la produttività aumenta.

 

Una produzione più veloce

 

I motori brushless, veloci e precisi, sono direttamente collegati a due piccole camere d'olio. Questo significa che la macchina dotata del nuovo sistema ibrido Vicla ha un'idraulica molto più snella ed efficace. L'olio utilizzato per azionare la traversa è in quantità molto minore rispetto ad una pressa idraulica tradizionale. Il risultato è in maggiore precisione non risentendo il sistema ibrido Vicla delle escursioni termiche come succede invece alle macchine tradizionali. In piegatura una macchina precisa è senza dubbio il miglior mezzo per aumentare la velocità di esecuzione dei pezzi.

 

Minori consumo e impatto ambientale

 

In una pressa idraulica tradizionale una pompa di grandi dimensioni rimane attiva costantemente, che la macchina stia piegando o meno. Si assiste in questo modo ad una dissipazione di energia e di calore molto elevati e totalmente inutili. Con il sistema ibrido Vicla il consumo è strettamente legato al reale utilizzo della macchina (la quale consuma solo quando è in attività). I motori elettrici brushless muovono la traversa (consumando energia) solo all'azionamento del pedale, per il resto sono spenti. Ciò significa il consumo della pressa piegatrice è a livelli minimi ogniqualvolta ci sia la necessità di cambiare utensili, programmare il controllo e durante tutta la grande quantità di fasi che non prevedono il movimento della traversa. Un altro aspetto che rende veramente green il sistema ibrido Vicla è la minore quantità di olio utilizzata rispetto ad una pressa idraulica tradizionale. I costi di sostituzione e smaltimento si riducono drasticamente, in altre parole: più risparmio e meno impatto ambientale.

 

Nella competizione che il mercato impone, innovare non è più un’opzione bensì una scelta obbligata. E Vicla propone di innovare tramite il suo sistema ibrido, offrendo prestazioni mai viste, nuovi livelli di produttività, precisione e risparmio.

Come scegliere la pressa piegatrice